Motore di ricerca

PROGETTI REALIZZATI DALL’ASSOCIAZIONE LISANGA’ NELL’AMBITO DEI PROGETTI DI MOTORE DI RICERCA DEL COMUNE DI TORINO

PROGETTO OLTRE IL PONTE, 2007, con CAD di Via Pio VII, Cooperativa Paradigma e Cooperativa Valdocco.

PROGETTO IL CIBO E LA MENTE, 2008, con CAD di Via Pio VII, Cooperativa Paradigma e Cooperativa Valdocco.

PROGETTO CIAK SI GIRA, 2009-2010, con Cooperativa Paradigma e Cooperativa Valdocco.

PROGETTO LA DANZA DEL VENTO, 2010-2011, con Cooperativa Paradigma e Cooperativa Valdocco.

Nel corso del 2012, pur non avendo attuato un vero e proprio progetto di Motore di Ricerca, si sono svolte delle attività di incontro e di laboratorio con i ragazzi delle due cooperative, insieme a persone normo dotate, per la realizzazione di gadget dell’associazione e per incontrare rappresentanti della Comunità di San Francisco in El Salvador. Inoltre, i ragazzi diversamente abili hanno portato avanti la gestione di bancarelle di vendita di prodotti del commercio equo e solidale, per la raccolta fondi per la Comunità salvadoregna.

PROGETTO PRIMA E POI, 2013-2014, con Cooperativa Paradigma e Area 51.

PROGETTO ASCOLTO SCOPRO CREO, 2018, con Cooperativa Paradigma e Area 51.

PROGETTO IN CORSO

I COLORI DELLA MENTE, 2019, con Cooperativa Paradigma e Area 51.

Le attività proposte con questo progetto si basano sulla necessità di dare continuità al lavoro svolto negli anni scorsi, nel campo dell’arte terapia, con i soggetti diversamente abili delle Cooperative Area 51 e Paradigma, continuando a calibrare obiettivi e metodologie sulla base delle esperienze precedenti.

La valutazione finale del progetto Ascolto, scopro, creo, realizzato con la stessa terapeuta che ci accompagnerà anche in questo progetto, è stata sicuramente positiva, sia per gli utenti che per gli operatori coinvolti, stimolandoci dunque a proporre un lavoro in continuità con quanto già realizzato, approfondendo aspetti nuovi dell’arte terapia.

Inoltre, non vorremmo dimenticarci l’obiettivo iniziale con cui sono iniziate le attività con Paradigma e Area 51 ormai da dieci anni, cioè il progetto di solidarietà dell’Associazione Lisangà con il villaggio rurale di San Francisco Echeverria. Perciò, anche questo progetto prevede una “finestra” sul mondo, con un incontro tematico con un esponente del villaggio salvadoregno: tale incontro è inoltre motivato dalla necessità di creare un’occasione di interscambio tra gli utenti delle due cooperative, che lavoreranno invece separatamente nel percorso di arte terapia.

L’obiettivo principale che si cercherà di perseguire nella conduzione dell’atelier di arte terapia sarà quello di offrire ai partecipanti uno spazio sicuro nel quale possano sentirsi a loro agio, ascoltati e accolti. Solo se questa condizione sarà soddisfatta si potrà instaurare quella relazione di fiducia autentica nella quale si potranno abbandonare al racconto di sé e dei propri vissuti. Gli strumenti offerti dall’arte terapia fanno sì che questo racconto si liberi, venga mediato e contenuto dagli stessi materiali artistici.

Si cercherà inoltre, attraverso molteplici attività, di stimolare l’immaginazione, la creatività e l’ascolto interiore (ad esempio con la manipolazione della creta o lo scarabocchio ad occhi chiusi), di aprire “nuovi” canali di comunicazione attraverso la scelta del supporto e del materiale artistico che più, in quel momento, risponda alle esigenze personali del partecipante (tempere, acquerelli, pastelli, matite colorate, collage).

Altri importanti aspetti su cui si incentreranno gli incontri saranno l’osservazione della relazione con l’altro e la capacità di empatia; in particolare verranno proposti lavori di coppia e di gruppo che consentano il rivelarsi di particolari dinamiche e mettano in luce gli aspetti della condivisione.

Le attività verranno elaborate e adattate in base alle esigenze del gruppo e potranno avvalersi delle poliedriche risorse delle arti terapie: i materiali artistici e conseguenti tecniche, la danza e il movimento, la musica, il dramma e il teatro.

Per rafforzare ancor più il rapporto di collaborazione e vicinanza con El Salvador sono previste attività che facciano da ponte con la cultura e gli artisti salvadoregni attraverso l’uso di strumenti musicali tipici, l’ascolto di musica popolare nelle sessioni dedicate e la rielaborazione personale delle opere di Fernando Llort. 

 

 

 

Ultime News